Compra casa a Barcellona centro: investi per salvare i tuoi risparmi

L’allarme per la situazione delle banche impone misure per proteggere i risparmi e incoraggiare nuovamente la circolazione di denaro. Tra le soluzioni più valide, l’investimento immobiliare è una delle migliori. Il caso di Barcellona centro: caduta del prezzo di vendita e alto rendimento annuale.

L’escalation della crisi economica in Europa ha caratterizzato i primi sei mesi del 2012.  La difficile situazione in Grecia, che ha tolto il coperchio al vaso di Pandora in tutta la zona Euro, è soltanto il primo caso di una serie di paesi Europei in seria difficoltà. La Comunità Europea e i suoi membri devono affrontare nell’immediato la necessità di ristabilire le loro regole interne in termini di finanza, mercato, occupazione, produzione e consumi. Combattere l’instabilità e tornare a generare sicurezza e crescita è la sfida più urgente.

In tempo di crisi, con le banche a rischio bancarotta a causa delle loro politiche di credito incontrollate, e i mass media che diffondono notizie sempre più drammatiche, la paura è la prima reazione a qualunque livello. La fragilità delle banche suggerisce ai risparmiatori spagnoli ed europei di trovare una maniera per proteggere i loro soldi dal pericolo della bancarotta degli istituti di credito. La via più sicura, che molte persone stanno prendendo in considerazione, è il classico investimento nel mattone.

In questo senso, comprare casa al centro di Barcellona conviene, in termini di rendimento, dato che i prezzi sono crollati del 50% dal 2007, caso unico tra le principali città europee. La posizione privilegiata di una proprietà centrale, in una città sempre viva come Barcellona, garantisce abbondanza di potenziali inquilini di ottimo profilo, e un rendimento annuale che gravità attorno al 6%.

Un esempio concreto: un appartamento del Casco Antiguo, centro storico di Barcellona, al prezzo di 110.000 € e con una superficie di 45 metri quadri, rende approssimativamente 7.200 € all’anno, ovvero una rendita lorda superiore al 6,5% sul prezzo dell’immobile. In altri casi, dipendendo dalle caratteristiche e dall’ubicazione, il rendimento può oscillare tra un 5,5 e un 7,5 %. E può essere ancora più interessante in termini fiscali, grazie alle deduzioni dal 60% al 100% se la casa viene affittata a giovani sotto i 30 anni.

Si tratta di una occasione davvero interessante per investitori provenienti da diversi paesi europei, poichè rappresenta, come detto, l’opportunità concreta di un alto rendimento e offre inoltre la possibilità di approfittare di una nuova crescita del valore della proprietà a medio termine.